sabato 5 ottobre 2013

una comune SOFFERENZA in comune

Il silenzio è il solo modo per rispettare il lutto !
La tragedia di giovedì a Lampedusa toglie il fiato ad ogni commento e le cronache politiche assumono un aspetto surreale, quasi grottesco di fronte alle immagini dei corpi stesi senza vita sulla spiaggia.
In Parlamento pochi e stucchevoli discorsi di circostanza, rotti solo dal grido di sincero dolore di Ale Di Battista, che ringrazio per aver parlato col cuore, per aver bandito l'ipocrisia dal suo modo di essere portavoce del Movimento 5 Stelle(consiglio click qui, per ascoltarlo).
Di fronte a una tragedia come questa, le istituzioni hanno messo in mostra tutta la loro falsità, proclamando una giornata di Lutto Nazionale (che qualche Sindaco ha voluto usare per ribadire la propria stupidità), senza rispettarlo, un'atteggiamento vergognoso, di cui non ci scandalizziamo solo, perché sappiamo che al peggio non c'è mai fine. Le inutili polemiche intorno ai fatti della Giunta per le immunità del Senato, in un giorno di Lutto Nazionale, mi hanno dato la stessa, fastidiosa sensazione di un gruppo di comari pettegole, in coda a un funerale; è stato deciso un giorno di lutto, voi lo avete deciso, rispettatelo!
Il rispetto è la base per la convivenza civile e un lutto si rispetta col silenzio.

Non rispettare il dolore non è umano  !
La mancanza di rispetto dimostrata nella giornata di Lutto Nazionale, è comunque espressione dell'abitudine di questi individui a mancare di rispetto verso di noi popolo sovrano, abitudine ormai assunta a prassi comportamentale, come la menzogna che spesso arricchisce il loro bagaglio di esperienze.
Quando poi si usa questa tragedia, per raccontare di un'Unione Europea disponibile a cercare una soluzione comunitaria al problema dell'immigrazione, si manca di rispetto ai morti, al popolo sovrano e si mente nello stesso momento.
L'Unione Europea non farà nulla per gestire il problema dei flussi migratori, come nulla ha fatto finora, perché non gliene importa nulla di creare un'Europa dei popoli, basata sui diritti umani.
I cosiddetti valori fondanti, sanciti nel trattato di Nizza e ribaditi nel trattato di Lisbona (la dignità, la libertà, l’uguaglianza, la solidarietà, la cittadinanza e la giustizia), sono tanto ovvi, quanto astratti, esprimendo nei fatti la volontà di lasciare a ogni stato membro la responsabilità e le modalità di applicarli.
L'Unione Europea oggi nei fatti esiste esclusivamente in funzione dell'euro, da ciò le frequenti perplessità della Gran Bretagna a restarvi, tutto è fatto in funzione di armonizzare i paesi aderenti al sistema della moneta unica, che però non appartiene a qualche stato o all'Unione Europea stessa, ma appartiene al sistema bancario.
Questi partiti, tutti insieme, ci stanno vendendo al sistema bancario che regge l'euro, esattamente come in Africa, nel secolo scorso, i capi tribù vendevano i loro giovani ai mercanti di schiavi.
Usare il dramma di Lampedusa, per nascondere la loro responsabilità nel dramma quotidiano che si vive in Italia e mistificare la loro volontà di rendere le condizioni nel nostro paese molto simili a quelle dei paesi da cui provenivano le vittime, esprime perfettamente la natura di questi soggetti.
Chi non rispetta il dolore, non può qualificarsi come essere umano, è solo un mammifero appartenente alla razza umana.



2 commenti:

  1. @camilobologna11 ottobre 2013 12:00

    Come puoi scrivere questo post e stare in un movimento il cui capo unico e indiscutibile smentisce e richiama all'ordine i senatori che vogliono abrogare il reato di clandestinità. Come puoi parlare di popolo sovrano quando gli eletti del tuo movimento sono considerati celebrolesi che non possono avere opinioni proprie. Avete preso un grande abbaglio e vi (mi) auguro che nessuno debba presto pentirsene,ma avete dato e state dando la vostra fiducia ad un aspirante dittatore megalomane della peggior specie. Le tue idee, i tuoi sentimenti, la tua passione per questo povero paese sono degne di miglior causa, non sprecarle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della stima che esprimi per il mio senso civico, ma io non credo di aver preso un'abbaglio. Il Movimento 5 Stelle non ha ancora espresso il suo vero dirompente potenziale rappresentato dall'esercizio della democrazia diretta a cui si ispira e che nessun altro propone.
      Le considerazioni critiche su Grillo sono comuni a tante altre persone e io non le condivido.
      Non sono GRILLINO sono aderente al Movimento 5 Stelle e spero che anche questo equivoco presto sia cancellato

      Elimina