sabato 12 ottobre 2013

una comune CAZZATA in comune

Ma che cazzo fate ?
Non è possibile mi sono detto leggendo quel post di Grillo giovedì (questo); non é possibile che la mozione, presentata dai portavoce pentastellati in commissione, non fosse stata prima discussa insieme agli altri e poi approvata dalla maggioranza.
Non è possibile mi sono ripetuto, quando ho letto le parole usate da Grillo e Casaleggio per dissociarsi da quella mozione; parole così ferme, dure e decise nel dettare una linea da non lasciare spazio a dubbi: il post serviva esclusivamente a non perdere i voti di quegli elettori in disaccordo con la mozione presentata, che vuole l'abolizione del reato di clandestinità.
Avevo trovato fastidioso, davanti a una tragedia del genere, scherzare su Berlusconi, o continuare a dichiararne l'innocenza, non ero riuscito a sopportare l'idea che governanti ipocriti la sfruttassero per fare passerella, al punto da volerne scrivere in un post (quì). Allo stesso modo non accetto di veder usare il dibattito nato da quella tragedia per avere qualche voto in più, anche se a farlo sono Grillo e Casaleggio.

Cari portavoce avete fatto una cazzata, una mozione approvata in giunta non è legge, non serve a niente e per quel niente, spero in buona fede, avete permesso ai vostri colleghi che ve l'hanno appoggiata, di sfruttare lo stato d'animo provocato dalla tragedia per dimostrare ai loro elettori di essere persone attente ai problemi sociali non solo a parole, e chi se ne frega se poi in aula, in un diverso contesto emozionale, il provvedimento sarà cancellato.
Eppure la vostra cazzata è poca cosa di fronte a quella di Grillo e Casaleggio.
Dissociarsi dai modi individualistici dei portavoce era doveroso, dissociarsi anche dai contenuti, no!
Perché ci precipita nello stesso meccanismo dialettico di quei partiti che vogliamo mandare a casa, abbiamo dato l'idea di essere litigiosi, incoerenti e interessati solo a raccattare voti da tutte le parti esattamente come tutti gli altri.
E questa è una enorme cazzata.
Per evitarla sarebbe bastato fermarsi dopo aver ribadito, che siccome il reato di clandestinità non é presente nel programma, la posizione ufficiale del Movimento 5 Stelle riguardo alla sua cancellazione, o al suo mantenimento sarebbe dovuta essere prima discussa e poi votata dalla base.
Essere andati oltre, aver scritto quelle cose in quei termini, sapendo come i media riportino sempre la posizione del blog come fosse quella del Movimento, è un abuso, identico a quella dei portavoce al Senato censurato nel post.
Unovaleuno, se ve ne foste ricordati tutti, avremmo evitato questa figura del cazzo!

UNOVALEUNO!
Questo è il concetto fondamentale, il modo rivoluzionario di vivere la politica come Movimento 5 Stelle basato sull'esercizio della democrazia diretta, o almeno così credo. 
Eppure non è ancora stato messo in funzione uno strumento per permetterci di esprimere questo nuovo modo di organizzare la vita democratica, un portale dove poter votare e decidere davvero, anche se se ne parla da anni.
Il sistema operativo del Movimento 5 stelle è in bel passo avanti rispetto al nulla di prima, ma la sola cosa su cui i pochi fortunati, con la registrazione certificata, possono esprimersi, è la scelta dei candidati, una semplice evoluzione tecnologica dei gazebo del PD(-L).
Sono profondamente grato a Grillo e Casaleggio, per aver messo in piedi il Movimento 5 Stelle , per avermi letteralmente svegliato e avermi dato la consapevolezza che si può cambiare, ma per farlo, per riuscirci, si deve permettere a noi cittadini di esprimerci e attraverso l'uso della democrazia diretta farci essere veramente, quel popolo sovrano voluto dalla Costituzione.

Facciamolo adesso, siamo ancora in tempo!


5 commenti:

  1. Ciao Luca
    Ho avuto le tue stesse sensazioni di incredulita' appena letto il post,non sapevo se essere incazzato con gli uni o con gli altri.E'stato uno scivolone bello e buono che deve servire di lezione a tutti.Questo dell'immigrazione e'un problema annoso e spinoso capace oltretutto di spostare gli equilibri elettorali.Va affrontato in toto e deve essere presa una posizione chiara e precisa.Ce ne saranno altri in futuro di problemi simili da risolvere,urge quindi trovare il modo migliore x affrontarli tutti senza prestare il fianco.Media e detrattori non aspettano altro per saltarci addosso e denigrare quanto di buono il movimento e Beppe stanno esprimendo.
    Un caro saluto
    Luis
    @Godsent072011

    RispondiElimina
  2. Caro Luca, su questo io non mi associo con nessuno ma con i morti e i superstiti. Tu, Travaglio e Scanzi avete opinato (+ o -) bene su meriti e demeriti. I problemi rimarranno comunque, sia nel Movimento, sia nelle Camere e sia a Lampedusa. Il vero problema però rimarrà con questi "profughi" e con questa Democrazia sempre meno democratica.
    Le soluzioni? Se non si discute non si arriva né a un fine, né a uno scopo.
    Tutte le parti sono troppe compromesse con, e dalle, loro ideologie, apparentemente sempre piú demagogiche ed isolate dalla logica ed il buon senso. Le regole non si fanno perché volute o dovute ma perché la Repubblica nell'ambito Costituzionale ne bisogna. Quindi, devono essere Giuste e Democratiche! Ciao! @OccupyCoscienza

    RispondiElimina
  3. Sono pienamente daccordo sulla cancellazione del reato di clandestinita'che intasa i tribunali ,costa soldi e non serve a niente. Sono altresi'daccordo che abbiano fatto una cazzata a dissociarsi dai senatori.Ci vuole unione per tenere unito il movimento,la questione dell'imigrazione non va affrontata con leggerezza insieme alle persone che scappano da situazioni di guerra si possono mimetizzare personaggi pericolosi ,come o letto in alcune notizie del m5s l'italia non deve sobbarcarsi delle spese per i profughi da sola ,dobbiamo trovare un accordo con gli altri paesi dell'UE il problema diventera'sempre piu'grosso o si rinuncia a un po'di sovranita'nazzionale o si inizziera'a studiare l 'arabo .La destabilizazzione dei paesi nord'africani non si risolvera'a breve termine e anche se dovesse risolversi l'immigrazione continura'.

    RispondiElimina
  4. @camilobologna15 ottobre 2013 11:09

    Ti sei accorto che il comico ha detto "se in campagna elettorale avessimo proposto la cancellazione del reato di clandestinità avremmo percentuali da prefisso telefonico". Pura convenienza elettorale, nessuna ideologia, nessuna passione. Dal 2005 dice e ripete tutto ciò che il popolo vuole sentirsi dire con l'unica vera ambizione di diventare il duce del terzo millennio. Sono di Bologna ed ero nel movimento fin dal primo vaffaday, ma mi sono ravveduto quando i miei post critici sul suo blog venivano censurati, quando, proprio qui a Bologna, sono iniziate le espulsioni, quando dichiarava di non aver problemi con casa pound ecc..ecc... All'inizio ha convinto molti delusi di sinistra come me, ma l'attuale 23% nei sondaggi è della peggior destra xenofoba nazionalista ed isolazionista che non ha niente a che fare con gli anni che stiamo vivendo

    RispondiElimina
  5. Sabato 19/10/2013 sul Blog di Beppe Grillo viene pubblicato un post che analizza in maniera perfetta, dal mio punto di vista, il problema dell'immigrazione.
    Ne riporto il link per chi non lo avesse letto, merita !

    http://www.beppegrillo.it/2013/10/immigrazione_e_tabu.html

    RispondiElimina