martedì 9 luglio 2013

un comune RINGRAZIAMENTO in comune


GRAZIE RAGAZZI!
Avete lavorato duramente in questi quattro mesi, avete subito vessazioni e umiliazioni da parte di "colleghi" che non vi rispettano, avete sopportato il peso della frustrazione quando i vostri diritti venivano negati per una prassi che sovrastava il regolamento, avete fatto tutto quello che serve per presentare i disegni di legge, necessari a realizzare il nostro programma.
Chi vi critica, può essere mosso solo dal pregiudizio, o dalla mala fede.
EPPURE NON E' BASTATO.
La televisione e i giornali del vostro lavoro non ne parlano, i giornalisti vi seguono, vi origliano e vi spiano solo alla ricerca di eventuali dissidi e spesso, nelle interviste vi viene semplicemente richiesto un parere su una frase, o un atteggiamento di Grillo, quasi mai vi lasciano parlare del vostro lavoro parlamentare; siamo contro i loro finanziamenti e loro sono contro di noi, lo sapevamo, non possiamo lamentarci ora per questo.
Fatto sta che nessuno, tra le persone che incontro in giro per strada, al bar, sul lavoro ha idea delle vostre fatiche anzi, si sta rinforzando sempre di più la convinzione che non stiate facendo nulla, o che il vostro lavoro sia inutile, dal momento che non ha prodotto i risultati sperati.
DOBBIAMO TROVARE IL MODO DI PARLARE A QUESTE PERSONE!
Dobbiamo trasmettere a queste persone il vostro impegno per riuscire a coinvolgerle nel nostro progetto.
Questo non sarà certo possibile con idee come 5 giorni a 5 stelle, spero di non offendere nessuno, ma io lo trovo una noiosa auto celebrazione col retrogusto amaro dell'impotenza.
È un format anonimo che potrebbe essere usato da qualunque forza politica, uno strumento di comunicazione che non valorizza il vostro lavoro e, cosa ben più grave per me, fa apparire il movimento uguale a tutti gli altri partiti, omologandolo al sistema.
IL MOVIMENTO 5 STELLE NON E' UGUALE AGLI ALTRI PARTITI
Voi non siete uguali agli altri deputati e senatori, voi siete cittadini portavoce di altri cittadini, presenti nelle istituzioni per trasformarle, secondo le regole imposte dalla Costituzione per dare vita a una democrazia diretta dove 1 vale 1.
Possiamo riaccendere la passione politica di tante persone deluse che non vanno più a votare, solo se saremo coerenti e li metteremo di fronte alla dimostrazione pratica che, nel Movimento 5 Stelle 1 vale 1, il loro contributo vale come quello di Casaleggio, ma per farlo ci serve quello strumento fondamentale che è la piattaforma liquida, ora più che mai, indispensabile alla crescita e al consolidamento del movimento. Lì il vostro lavoro, il vostro impegno e la vostra dedizione potranno essere pienamente compresi e giustamente valorizzati.
NON MOLLATE RAGAZZI!
Oggi alcuni di voi sono stati dal Presidente Napolitano con Grillo, che in seguito ha rilasciato questa dichiarazione: "in questo parlamento non si può lavorare, se non cambia qualcosa lo abbandoneremo".
Non lo fate! Per favore non lo fate, a nessuno di loro importa del vostro Aventino, continuerebbero semplicemente a fare quello che hanno sempre fatto in tutti questi anni, senza la vostra attenta e per loro imbarazzante, presenza.
Restate a presidiare le istituzioni, lottate, cercate di limitare i danni qualunque cosa accada, non abbandonate gli italiani che vi hanno votato, ma allo stesso tempo parlate con Grillo, con Casaleggio, con chi ne sta seguendo lo sviluppo e pretendete che sia resa operativa al più presto la piattaforma liquida, o portale di E-democracy che dir si voglia, per costruire, insieme con noi, il futuro modello di esercizio democratico.
Comunque a prescindere da tutto GRAZIE RAGAZZI!

2 commenti:

  1. @camilobologna10 luglio 2013 22:16

    Parti da un presupposto sbagliato che è più volte venuto a galla: non è più vero (lo è mai stato?) che nel vostro movimento uno vale uno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me il presupposto è ancora valido.
      Senza 1 vale 1 e nessuno deve rimanere indietro il movimento non esiste.

      Elimina